SIBERIA

TOUR BAIKAL E BURYATIA

Una proposta esclusiva e inedita  alla scoperta di uno dei luoghi mitici della Siberia, il Lago Baikal e della Repubblica della Buryatia, enclave buddista all’ interno della Federazione Russa. Atterreremo a Ulan-Ude, capitale simbolo della cultura mongola-buddista dei Buriati. Ne conosceremo le tradizioni visitando i “redivivi” datsan, rinati nel periodo post comunista, luoghi di culto e di insegnamento dei principi religiosi del Buddha. A 50 km da Ulan-Ude raggiungeremo Tarbagatay, il villaggio della comunità Semeiskie degli Esiliati, la cui storia sin dal ‘600 è marchiata dalle repressioni e persecuzioni subite da parte della  Chiesa Russa ortodossa. Oggi le loro tradizioni sono tutelate dall’ UNESCO come Patrimonio orale e materiale dell’Umanità. Proseguiremo il nostro viaggio verso nord lungo la costa del Lago Baikal fino a raggiungere il Parco Nazionale Zabaikalsky, area protetta che offre meravigliosi panorami caratterizzati da spiagge sabbiose e baie pittoresche  All’ inizio di ogni primavera,  quando la superficie del  Baikal è ancora avvolta nella morsa del ghiaccio,  le Foche del Baikal, endemiche del lago e visibili solo qui, danno alla luce i loro cuccioli dalla soffice e bianca pelliccia. E’ un fenomeno che si ripete da secoli e la candida pelliccia dopo sei settimane lascerà il posto all’ usuale livrea grigia, caratteristica unica nel mondo animale che condivide con la Foca della Groenlandia. Con l’aiuto di alcuni scienziati del Parco Nazionale Zabaikalsky che studiano questi rari pinnipedi ci avventureremo sul lago ghiacciato alla ricerca dei cuccioli. Dopo tanto esplorare, sulla via del ritorno, non ci faremo mancare un bagno rigenerativo nelle sorgenti termali di Goryachinsk. I grandiosi panorami della riserva di acqua dolce più grande del mondo insieme alla Buryatia con i suoi templi buddisti ed i villaggi di vecchi credenti renderanno questa avventura indimenticabile. 

I Semeiskie

I Semeiskie vengono anche denominati “Old Believers“, i “Vecchi Credenti“, esiliati  nel ‘600 per non avere accettato le riforme della Chiesa Russa ortodossa. Durante il regno di Caterina la Grande, gli “Esiliati” migrarono nel Transbaikal, dove ancora oggi risiedono,    da varie zone della Russia,  mantenendo sino ai nostri giorni la loro originale identità. I Semeiskie sono oggi circa 200 mila individui, parlano un dialetto della Russia del sud contaminato da espressioni Bielorusse, Ucraine e Buriate. Praticano ancora antichi riti ortodossi e la loro cultura si basa su legami familiari molto forti cementati da forti regole morali. Le loro tradizioni vivono ancora oggi attraverso la loro musica, i vestiti, l’artigianato e il cibo. Ma  soprattutto nei cori polifonici eseguiti nelle feste familiari o nei festival tradizionali. Le radici di questi canti provengono dai canti liturgici medievali della Russia. Durante l’epoca sovietica anche i “Vecchi Credenti” dovettero forzatamente accantonare le antiche tradizioni e oggi numerose iniziative culturali sono orientate a non far morire le antiche tradizioni dei Semeiskie.  

Date-Icon
DATE DI PARTENZA

  • Dal 24-03-2018 al 01-04-2018

gruppi-icon
GRUPPI

  • Quota base 10 • Euro 3680
    (con accompagnatore dall’Italia)

gruppi-icon
GRUPPI

  • Suppl. singola • Euro 195

Programma di viaggio

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy.