ZIMBABWE

TOUR L’ AFRICA AUSTRALE

Una totale immersione nella straordinaria natura africana dello Zimbabwe, in un itinerario che si districa tra natura e storia. Il viaggio comincia tra gli alberi di jacaranda allineati ai bordi dei grandi viali di Harare, la capitale, per poi penetrare la savana attraverso rilievi granitici, i kopje di Masvingo fino al sito di Great Zimbabwe, la più grande collezione di rovine nell’Africa sub sahariana e testimonianza di una cultura di grande ricchezza e abilità architettonica. Proseguiremo tra le caverne delle Matopos Hills, una profusione di diverse morfologie di granito che si innalzano fino a formare uno spettacolare mare di colline per scoprire la storia dello Zimbabwe nelle incisioni rupestri. Ed eccoci giungere nel magnifico Hwange National Park, il più grande parco in Zimbabwe che occupa circa 14.650 chilometri quadrati e vanta una straordinaria selezione di fauna selvatica, con oltre 100 specie di mammiferi e quasi 400 specie di uccelli registrate. Gli elefanti di Hwange sono di fama mondiale e costituiscono anche una delle popolazioni più numerose al mondo. Avremo la possibilità di avvistare leoni, leopardi, bufali, rinoceronti e giraffe. Concluderemo il nostro viaggio con le maestose Cascate Victoria dove il fiume Zambesi, che demarca il confine geografico e politico tra lo Zambia e lo Zimbabwe, si tuffa rumorosamente giù da una serie di gole di basalto e alza una nebbia iridescente che può essere vista da oltre 20 km di distanza. Uno spettacolo naturale che lascerà impronte indelebili nel nostro cuore e nella nostra memoria.

Culti tradizionali dello Zimbabwe

Nei culti Shona e Ndebele, Dio, o l’Essere Supremo, è visto come il creatore e sostenitore dell’universo più o meno allo stesso modo del cristianesimo. Pare che Shona Mwari (letteralmente “Colui che è”), o Ndebele uMlimu siano entrambi divinità attive nella vita quotidiana e politica delle persone. La vita degli abitanti dello Zimbabwe comprende ampiamente la sfera religiosa rispetto alle società occidentali, infatti il principio governativo centrale di credenze e pratiche tradizionali prevede l’inclusione della politica in pratiche religiose. In generale, le persone comunicano con Mwari attraverso il vadzimu (Shona), o amadhlozi (Ndebele). Questi sono gli antenati defunti. Si ritiene che i vadzimu costituiscano una comunità invisibile all’interno della comunità dei vivi, che siano sempre intorno ai loro discendenti a prendersi cura di loro e partecipare alle loro gioie e dolori. I medium comunicano con gli spiriti vadzimu in nome del popolo. Nella religione Shona, oltre ai caratteristici vadzimu, ci sono anche streghe e spiriti vendicativi o malvagi, detti Ngozi. Questi ultimi sono, brevemente, gli spiriti di persone decedute che hanno subito gravi torti in vita, come l’essere stati trascurati da un coniuge, o l’essere stati assassinati. I Ngozi attaccano con la morte improvvisa diversi membri della stessa famiglia o persone malate che non rispondono alle cure. La comunicazione tra i vivi ei morti avviene sempre attraverso i medium che sono il fulcro della cultura e della religione Shona. Il ruolo dei medium e la loro comunicazione con l’aldilà sono stati considerati da molti, missionari e colonialisti, come parte integrante del culto degli antenati. I medium agiscono inoltre come intermediari tra Mwari / uMlimu e gli esseri umani, portando messaggi, preghiere e ringraziamenti da parte dell’uomo a Dio. Si deve notare, tuttavia, che non sono gli antenati stessi, i vadzimu, ad essere adorati, ma Dio attraverso di loro. Nello Zimbabwe contemporaneo tali culti tradizionali africani sono parte integrante della vita quotidiana di molti abitanti. La religione, vista in quest’ottica, costituisce un elemento fondamentale all’interno della cultura, la religione diventa un vero e proprio stile di vita. L’influenza religiosa va oltre ciò che può essere definito religioso in senso stretto (o occidentale) in quanto è fortemente evidente nella cultura, letteratura, politica, medicina e così via.

Date-Icon
DATE DI PARTENZA

  • Dal 31-03-2018 al 11-04-2018
  • partenze individuali in altre date su richiesta.

singolo-icon
INDIVIDUALI

  • Quota base 3-10 • Euro 3500

gruppi-icon
GRUPPI

  • Quota base min. 12 • Euro 3950
    (con accompagnatore dall’Italia certificato AFGA, Africa Field Guide Association)
  • Suppl. singola • Euro 450

Programma di viaggio

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy.