Viaggi in Egitto

TOUR DESERTO E OASI

La grandiosità dell’Egitto non si manifesta solamente nei grandi siti archeologici. L’Egitto è anche l’infinità vastità del Grande Mare di Sabbia e del Deserto Occidentale, puntellato da piccole oasi fertili, luoghi vitali lungo le antiche rotte commerciali. Percorreremo la costa mediterranea, da Alessandria a Matruh, passando da El Alamein, luogo di battaglie epiche nella campagna d’Africa, durante la Seconda Guerra Mondiale. Poi verso sud, iniziando da Siwa, oasi ai margini del Grande Mare di Sabbia. Raggiungeremo poi Bahariya, dove si cela il tesoro nascosto delle “Mummie Dorate”. Poco oltre ci si troverà al cospetto del surreale Deserto Bianco, un paesaggio magico di guglie di roccia dal bianco accecante. Dune e rocce ci condurranno sino a Dakhla, rigogliosa di boschetti di palme e presidiata ancora da imponenti fortezze di mattoni crudi. Raggiungeremo poi i siti archeologici di Al Kharga, prima di concludere il nostro viaggio a Luxor, nella straordinaria Valle del Nilo.

immagine_01La Via della Morte Polverosa

Presso al Kharga, passa la triste e famosa ” Via della Morte Polverosa”, così definita dal geografo inglese G.W.Murray negli anni ’60 dello scorso secolo. Si tratta dell’antica Darb al -Arba’een, una pista di 1721km, che collegava Fasher nella provincia sudanese del Darfur con Asyut, nella Valle del Nilo. Lungo questa via carovaniera transitavano oro, avorio, pelli, penne di struzzo e soprattutto schiavi. Un numero incalcolabile di uomini morì di stenti lungo il percorso che da sud portava a nord. I negrieri attraversavano con i loro schiavi il deserto nell’intenso calore estivo, preferendo rischiarne la disidratazione piuttosto che esporli ai rigori del gelido inverno desertico. Questo commercio continuò indisturbato sino all’inizio del XX secolo, quando il Darfur entrò a far parte del Sudan. Oggi il tracciato è andato quasi interamente perduto.