Viaggi in Iran

TOUR IL DESERTO DASHT-e-KAVIR

Ospiti di un paese dal fascino inimitabile: viaggeremo fra città, montagne e deserti di questo paese dall’antica e sofisticata cultura. Incontreremo gli splendori dell’antico impero persiano nel magnifici siti di Persepoli e Susa. Attraversando il deserto del Dasht e Kavir, una distesa di sabbia e sale, assaporandone il silenzio fino a raggiungere la piccola e stupefacente oasi di Garmeh. Scopriremo i vicoli tortuosi e le case in mattoni di fango di Yazd, considerata la “città più antica del mondo”, passando per la città santa di Mashhad, luogo simbolo dei musulmani sciiti, in cui ha sede il sacro santuario dell’Imam Reza. Ecco poi raggiungere la “metà del mondo”, Isfahan, dove nella Imam Square sono ospitati i più maestosi edifici di tutto il mondo islamico. Un’infinità di sorprese ci attenderanno in questo luogo di antiche tradizioni, popolato di mercanti d’arte e gente accogliente con cui sarà d’obbligo fermarsi per una chiacchierata o una tazza di tè.

immagine_01I tappeti Persiani

Azari: sono i tappeti della zona di Tabriz e possono svariare da lavori raffinati e di alta qualità a prodotti più semplici dei villaggi della regione. Bakhtiari: prendono il nome dalla popolazione dei bakhtiari che vivono ancora allo stato nomade. Il disegno più noto è il kheshti, un tappeto-giardino con settori ricolmi di fiori e fronde. Isfahan: tappeti molto pregiati, realizzati in lana morbida e con nodi molto fitti, su una base con l’ordito in seta e la trama in cotone, lana o seta. Il disegno tipico prevede un singolo medaglione centrale circondato da motivi a tralci e palmette. Kashan: realizzati in lana pregiata, prevede un medaglione al centro attorniato da un fitto intreccio floreale, con palmette, steli e arabeschi in campo rosso, verde chiaro, azzurro chiaro o avorio. Kerman: molto ricercati, il motivo più famoso è lo eski-kerman (a medaglione singolo, con arabeschi). Kordish: hanno motivi decorativi prevalentemente tribali, tinti con sostanze naturali nei colori rosso cupo con sprazzi avorio. Hamadan: tappeti tribali con decorazioni semplici e geometriche, di lana e molto resistenti, nei toni blu e rosso brillante, tessuti artigianalmente a raso, utilizzando il nodo turco. Qashqa’i: tappeti con schemi decorativi geometrici, con disegni di animali stilizzati e motivi floreali lungo i bordi, dal pelo fitto e fine.