IRAN OCCIDENTALE

TOUR LA PERSIA INEDITA DAL KHUZESTAN ALL’AZERBAIJAN

Non finisce mai di stupirci, l’Iran. Eccoci ancora in Persia. Questa volta ad Ovest, dove si snoda un circuito da sud a nord, che ripercorre le orme della storia, della cultura antica, della civiltà ai suoi albori. In una parola: l’antica Mesopotamia. Dagli Elamiti ai Sasanidi, e ancora più indietro nel tempo, come racconta il sito archeologico di Hasanlu, abitato dal IV millennio ininterrottamente fino al I sec a.C. Un itinerario affascinante e dinamico, che ci permetterà di sperimentare un modo di viaggiare in Iran alternativo e più autentico. Con un treno notturno e non in volo si parte da Teheran, per raggiungere Andimeshk, porta di accesso per l’antica città elamita di Susa, la ” Persepoli dell’Iran occidentale”, e pochi chilometri dopo varchiamo il sito di Choqa Zanbil – Patrimonio Unesco – per esplorare la magnifica Ziqqurat e il tempio mesopotamico di origine Elamita. E’ il migliore conservato al mondo, e si erge solitario in una zona semidesertica dall’atmosfera quasi metafisica. Da Shushtar si sale a Khorramabad, nel Lorestan, famosa per la cittadella medioevale di Falak-ol-Aflak ,”Paradiso dei paradisi”, ora museo. Spostandoci di 200 km a nord, alle pendici dei Monti Zagros, l’inconfondibile profumo delle grigliate di carne dei numerosi ristorantini all’aperto ci scorta fino a Kermanshah: i bassorilievi di epoca sassanide scolpiti sulle rocce di Zagros narrano le storie di Artaserse II e dei suoi successori, fino a Shapur ( IV° sec. d.C) e ancora re Cosroe (VI- VII sec. d.C). Proseguiamo verso est alla volta di Bisotun, dove Dario I, nel 510 a.C, affisse il famoso documento in cuneiforme che ci ha permesso di decifrare tre diverse lingue dell’epoca: antico persiano, elamitico e babilonese. Non a caso è dichiarato Patrimonio dell’intera Umanità. Si parla di antiche civiltà – i Mediantenati dell’attuale popolo curdo, ad Hamedan, un tempo capitale del Regno. Ecbatana è quello che rimane degli antichi splendori di un impero che nel VI secolo a.C. si estendeva dall’attuale Azerbaigian all’Asia Centrale e che fu rivale dei regni di Lidia e Babilonia. Il Kurdistan iraniano è a pochi chilometri da qui: Sanandaj, la capitale, ci dà il benvenuto con la sua tradizionale ospitalità. Da qui si parte per raggiungere a bordo di un fuoristrada locale il piccolo villaggio curdo di Palangan, dove con i locali condivideremo la nostra cena e il pernottamento. Il giorno dopo ci arrampichiamo ancora su per le montagne lungo una strada impervia quanto scenografica nella valle di Howraman, fino allo spettacolare villaggio di Oramanat Takht. Lasciate le montagne riprendiamo il nostro veicolo per arrivare a Marivan, che giace placida ai bordi del lago di Zaribar. Una piccola sosta e proseguiamo la nostra salita  a nord fino a Takhte Soleyman, il più sacro santuario dello Zoroastrismo e dell’antico Impero sassanide, emblematico di come antica religione e sacri riti siano imprescindibilmente legati alla cultura persiana. Ma è tempo di lasciare il Kurdistan per l’Azerbaijan iraniano. Maku, Jolfa , Kandovan con le sue abitazioni rupestri – e su tutte Tabriz, capoluogo e piccolo gioiello del nord, saranno le nostre prossime tappe. Un giro al bazar di Tabriz vale da solo il viaggio! La storia ci chiama ancora a sé, ed è tempo di riprendere la via verso Teheran. Dopo la nostra interessante peregrinazione, fatta di culture diverse che sopravvivono, paesaggi che mutano, storia e capolavori architettonici, misticismo e terreno, ora ci aspetta il silenzio: quello che emana il paesino in cui si trova il castello degli assassini – Alamut, il nido dell’aquila. Percorriamo una delle zone del Paese paesaggisticamente più evocativa, con scenari che cambiano in continuazione ma sempre molto suggestivi. È la zona dove si respira il Medioevo che fu, e lo testimoniano le numerose rovine delle fortezze arroccate sui pinnacoli delle alture, dove oggi solo i resti raccontano la storia…

immagine_01Itinerario schematico

Giorno 1 – Italia – Teheran
Giorno 2 – Teheran –  Andimeshk
Giorno 3 – Andimeshk  – Shushtar
Giorno 4 – Shushtar – Khorramabad
Giorno 5 – Khorramabad – Kermanshah – Bisotun
Giorno 6 – Bisotun – Kangavar – Hamedan
Giorno 7 – Hamedan – Sanandaj – Palangan
Giorno 8 – Palangan – Howraman Valley – Marivan
Giorno 9 – Marivan – Takhte Soleyman
Giorno 10 – Takhte Soleyman – Mahabad
Giorno 11 – Mahabad -Hasanlu – Urmia
Giorno 12 – Urmia – Khoy – Maku
Giorno 13 – Maku – Jolfa – Tabriz
Giorno 14 – Tabriz – Kandovan – Tabriz
Giorno 15 – Tabriz – Zanjan – Qazvin
Giorno 16 – Qazvin – Alamut Castle – Teheran
Giorno 17 – Arrivo in Italia