LAOS & CAMBOGIA

TOUR I SEGRETI PREZIOSI DELL’INDOCINA

Un viaggio nella vecchia Indocina francese, una terra ricca di tradizione e spiritualità, panorami mozzafiato, cultura ed etnie affascinanti. L’itinerario parte da Luang Prabang, città ricca di spettacolari templi ricoperti d’oro e caratteristici mercati, non a caso dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità per la straordinaria quantità di capolavori dell’architettura buddista. Da qui con un breve volo raggiungiamo Vientiane, capitale dal 1563, dove un caleidoscopio di stili architettonici riflette un’ affascinante mescolanza di influenze laotiane, thailandesi, cinesi, francesi, statunitensi e sovietiche. E’ qui che si trova il luogo più sacro di tutto il Laos, il That Luang, il grandioso stupa che si dice contenga una reliquia del Buddha che la tradizione vuole che sia stata qui portata nel III secolo avanti Cristo. Con un altro volo ci spingiamo ancora più a sud, a Pakse, dove cambia il clima e il paesaggio e anche in parte la cultura, che è prettamente fluviale. Dopo il misterioso sito di Champasak – primo assaggio della cultura Khmer-  lo spettacolare habitat delle 4000 Isole vi si mostrerà agli occhi, in tutta la sua lussureggiante bellezza, e non ve lo scorderete mai più nella vita! Da qui, dopo aver speso una notte a Don Khong, l’isola più conosciuta, si prosegue via strada/ fiume verso il confine cambogiano. Lasciata Stung Treng si scende attraverso pianure coperte di boscaglia fino al piccolo approdo di Kampi dove ci si imbarca su delle scialuppe a motore per raggiungere i solitari luoghi in cui hanno il loro habitat i famosi delfini del Mekong ,a Kratie.  Attraverso agglomerati galleggianti dei pescatori al bilanciere si entra in Kompong Cham, la città degli orti e dei frutteti e ancora attraversando una stupenda campagna solcata dagli immissari del Grande lago si giunge nel tardo pomeriggio a Kompong Thom, porta di accesso per Sambor Prei Kuk, dove la natura sembra avere avvolto il suo manto protettivo. L’ultimo approdo sarà la mitica Angkor Wat, capolavoro indiscusso dell’arte Khmer, spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa raffinatezza, non a caso uno dei siti archeologici più visitati e amati al mondo.

Itinerario schematico

Giorno 1 – Partenza dall’Italia
Giorno 2 – Luang Prabang
Giorno 3 – Luang Prabang
Giorno 4 – Luang Prabang
Giorno 5 – Luang Prabang – Vientiane
Giorno 6 – Vientiane
Giorno 7 – Vientiane – Pakse – Champaasak
Giorno 8 – Champasaak – Done Khong ( 4000 isole)
Giorno 9 – Done Khong – Stung Treng – Kratie
Giorno 10 – Kratie – Kompong Thom
Giorno 11 – Kompong Thom – Sambor Prei Kuk – Siem Reap
Giorno 12 – Siem Reap
Giorno 13 – Siem Reap
Giorno 14 – Siem Reap – Partenza
Giorno 15 – Arrivo in Italia

Date-Icon
DATE DI PARTENZA

  • Dal 09-11-2019 al 23-11-2019
  • Dal 30-11-2019 al 14-12-2019
  • Dal 11-01-2020 al 25-01-2020
  • Dal 15-02-2020 al 29-02-2020

gruppi-icon
INDIVIDUALI

  • Quota base 2-3 • Euro 4495 ( con guide locali parlanti italiano)
  • Quota base 4-5 • Euro 3760 ( con guide locali parlanti italiano)

gruppi-icon
GRUPPI

  • Quota base 6-9 • Euro 3555 ( con guide locali parlanti italiano)
  • Quota base 10 • Euro 3990 (con accompagnatore dall’Italia)
  • Suppl. singola • Euro 550

I MIGLIORI MOTIVI PER FARE LA VALIGIA

  • Assistere all’alba a Luang Prabang al Tak Bat, la questua dei monaci buddisti e ammirare lo spettacolo del tramonto sul Mekong dalla cima del Phu Si.
  • Lo sfarzoso Pha That Luang a Vientiane, il grandioso stupa che si narra contenga una reliquia del Buddha ed è il simbolo del Laos.
  • L’affascinante Luang Prabang, dove il tempo sembra essersi fermato.
  • Champasak e il Wat Phu, piccolo gioiello di arte Khmer.
  • L’emozionante passaggio dalla frontiera laotiana a quella cambogiana via strada.
  • I “ragni fritti”, prelibata specialità che si potrà assaggiare a Skun, in Cambogia.
  • Sambor Prei Kuk, l’emozionante sito archeologico gelosamente avvolto dal manto forestale.
  • Le case galleggianti dei pescatori che vivono seguendo il regolare ritmo delle piene del Grande Lago, nei dintorni di Siem Reap.
  • Affermare di aver potuto vedere e ammirare almeno una volta nella vita le rovine di Angkor, con Angkor Wat – Patrimonio dell’Umanità  indiscusso e simbolo della Cambogia.
  • Il vantaggio di viaggiare con esperte guide locali parlanti italiano a partire da 2 persone.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy.