LAOS

IL NORD E IL SENTIERO DI HO CHI MINH

Tra il 1961 e il 1973 il governo degli Stati Uniti combatte in Laos una guerra segreta, mai dichiarata e mai votata dal Congresso americano, contro l’esercito del Nord del Vietnam . Per impedire il rifornimento dei vietcong –  i partigiani comunisti che combattono nel Sud Vietnam –  tre milioni di tonnellate di bombe vengono sganciate sul Laos, lungo il tratto del paese che corre lungo il confine con il Vietnam il più pesante bombardamento che una nazione abbia mai subito nel corso della Storia. Si traccia così un drammatico dedalo di camminamenti e gallerie sotterranee in cui per anni si svolse una vita “ parallela” vera e propria, con la costruzione di ospedali, officine, alloggi. È il sentiero di Ho Chi Minh, che in gran parte in Laos è oggi inaccessibile. Muove dall’ affascinante Luang Prabang questo tour non facile, ma unico nel suo genere, che insieme al Nord etnografico unisce la parte centrale del Paese, un crescendo tra natura, etnografia e storia recente.Nel Nord raggiungiamo subito Phongsalycuore etnografico del Paese – dove con un trekking di due giorni e ospiti degli stessi abitanti del posto, avremo la possibilità di stabilire un contatto vero con le etnie  Mouchi e Akha. Un’esperienza unica. Da qui si prosegue in navigazione lungo le placide acque del fiume Nam Ou fino al pittoresco villaggio di pescatori di Nong Khiaw, un susseguirsi di immagini rurali e villaggi accessibili solo in barca. Inizia poi su strada la nostra impegnativa simbolica discesa verso il centro del Paese, una zona ancora poco battuta da turismo, ma ricca di foreste monsoniche vergini e aspri paesaggi di origine carsica. Da Sam Neua si raggiunge Vieng Xai, un complesso di grotte che fecero da rifugio ai Pathet Lao durante la Guerra Segreta e dove sopravvissero miracolosamente quasi 23000 persone  per scampare ai bombardamenti omicidi. Un lungo trasferimento ci permetterà poi di raggiungere i due siti archeologici più misteriosi del Laos: Hintang, con i suoi sconosciuti “menhir” e la Piana delle Giare, quasi 100 siti disseminati nella zona dove giacciono da secoli emblematiche giare. Proseguendo verso le montagne centrali, si alternano vedute rurali della campagna laotiana a spettacolari affioramenti rocciosi che ci accompagneranno fino a Ban Thabuk, il cosiddetto “bomb boat village”: qui le barche utilizzate dagli abitanti del villaggio sono ricavate da vecchi serbatoi di carburante risalenti alla Guerra del Vietnam. Dalla incantevole riserva naturale di Phu Hin Bun parte simbolicamente il sentiero di Ho Chi Minh, che percorreremo a tratti, solo in alcune parti accessibili. Raggiunta Ban Kong Lor ci imbarcheremo per raggiungere la splendida grotta sotterranea, che navigheremo per i suoi 7 km di lunghezza per poi esplorare a piedi l’imponente galleria di stalagmiti, uno spettacolo unico nelle viscere della montagna. Si prosegue via strada verso ovest, fino a raggiungere Ban Nong Bua, villaggio che sorge nel tratto più a nord del sentiero di Ho Chi Minh e che fu testimone dell’intensissimo bombardamento americano. Lung Ky ci porterà nella grotta in cui visse con la sua ed altre 15 famiglie al riparo dai bombardamenti per più di 9 anni, raccontandoci la sua storia. Più a sud eccoci a Ban Phakpanang, dove con una breve crociera si risale il placido fiume Xe Ban Fai fino alle spettacolari grotte sotterranee di Tham Khoun Xe, una delle più lunghe al mondo e scoperta solo nel 2006. Da qui inizia la nostra risalita in  minibus verso Thakhek, capitale del Khammoun, prima di raggiungere la capitale Vientiane– tappa obbligata per prendere il volo che ci riporterà in Italia. Un viaggio unico, intenso ed emozionante che vi lascerà un ricordo indelebile nella memoria.

Il Sentiero di Ho Chi Minh

Il Sentiero di Ho Chi Minh è una rete di sentieri sterrati e strade di ghiaia che corre parallela al confine con il Vietnam. Esso veniva chiamato dai comunisti “Percorso strategico di rifornimenti Truong Son” e, sebbene venga associato alla guerra del Vietnam, esso fu originariamente usato dal Vietminh contro i Francesi negli anni ’50, come strada d’infiltrazione nel Sud. L’uso più massiccio del sentiero, avvenne però tra il 1966 e il 1971, quando più di 600.000 soldati Nord Vietnamiti, con camion, carri armati, armi, munizioni e 100 tonnellate di provvigioni, lo utilizzarono per andare a sud, in diretta violazione degli accordi di Ginevra del 1962. In più, quasi 25.000 soldati proteggevano il sentiero, che venne provvisto di baracche sotterranee, depositi di carburante, centri per la riparazione dei veicoli e postazioni anti-aeree. Benché i Vietnamiti del nord negassero l’esistenza del sentiero e gli Stati Uniti, dal canto loro, negassero di averlo bombardato, tra il 1965 e il 1969, sotto l’amministrazione Nixon, furono scaricati in questa zona 1,1 milioni di tonnellate di esplosivo oltre a grandi quantità di erbicidi.

Date-Icon
DATE DI PARTENZA

  • Dal 25-02-2016 al 16-03-2016
  • Tour individuali o piccoli gruppi su richiesta in date libere da novembre a maggio

singolo-icon
INDIVIDUALI

  • Quota base 2 • Euro 4100
  • Quota base 4 • Euro 3180 
  • Quota base 6 • Euro 2870
  • Suppl. singola • Euro 420

gruppi-icon
GRUPPI

  • Quota base 10-12 • Euro 3250
    (con accompagnatore dall’Italia)
  • Suppl. singola • Euro 420

Programma di viaggio

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Acconsento all'utilizzo dei dati personali come da informativa
Privacy