INDIA

TOUR AUTENTICO RAJASTHAN  E LA PARTENZA SPECIALE JAISALMER DESERT FESTIVAL

Donne avvolte in sari multicolori eleganti come principesse, uomini fieri nei loro sfavillanti turbanti, discendenti dei valorosi cavalieri Rajput, bazaar straripanti di preziose mercanzie, parchi popolati dalla leggendaria tigre del Bengala, palazzi fiabeschi e cittadelle dorate che sfidano l’immensità del Deserto del Thar affascinano così il visitatore sin dal primo istante.. Benvenuti in Rajasthan, probabilmente lo Stato più conosciuto di tutta l’India, dove si possono trovare riuniti molti degli elementi che, in letteratura e nell’immaginario comune, hanno forgiato l’idea della terra da favola esotica che caratterizza il paese. Le tradizioni decorative, architettoniche e pittoriche – tanto quella induista, quanto quella dei conquistatori d’oltreIndo – si incontrarono qui dando frutti magnifici, grazie ad una base di influenza comune, grandiosa e pre-islamica: la tradizione dell’un tempo confinante Persia (oggi Iran) e quelle centroasiatiche. Il Pakistan, infatti, che oggi si frappone alle due nazioni, è frutto di una partizione politica avvenuta solo nel 1947, e fino ad allora le popolazioni e le carovane erano fluite liberamente da un lato all’altro del fiume Indo durante millenni, portando con sè, assieme alle mercanzie, anche tutti i saperi del vecchio mondo in entrambe le direzioni, lungo la direttiva della assai nota Via della Seta. La catena montuosa degli Aravalli separa longitudinalmente le terre aride da quelle che un tempo furono giungla e che oggi, siccità permettendo, presentano piccoli laghi, giardini magnifici e terreni coltivati. Sulle pendici di questa catena montuosa e a Est della stessa, si trovano alcune delle città gioiello del Rajasthan: l’ imperdibile Udaipur – la Venezia indiana –  Jodhpur – la città azzurra – ma anche parchi naturali ove è possibile, armati di molta pazienza, scorgere gli animali che la furia umana ha ridotto alla quasi estinzione, come tigri, leopardi, caracal etc. Il Rajasthan costituisce poi anche l’habitat ideale per moltissime specie di rari volatili, e inoltre si trova sulla rotta migratoria di uccelli provenienti da zone lontanissime del pianeta. Il nostro itinerario però ha inizio da Jaipur, la capitale  del Rajasthan la “città rosa” – semplicemente splendida e geniale, perché il marajà Jai Singh la volle perfetta sotto ogni aspetto. Da qui si snoda un itinerario che è un misto di classico –  con le altre città memorabili – Udaipur  e Jodhpur –  e nuovo, perché si includono alcune tappe “rurali” e assolutamente fuori dal circuito più turistico – Benshwara e Rohetgarh –  in aree del paese che si stanno lentamente convertendo ad un turismo più accurato e volto a vivere esperienze più autentiche: dal safari notturno ” col marajà”  alla ricerca del leopardo, a bordo di fuoristrada d’epoca, fino all’inseguimento degli ultimi Bishnoi, che da secoli vivono totalmente spersi nella natura per presidiare piante e animali – i precursori della ecologia moderna. Non mancherà alla fine una delle tappe più intriganti  e conosciute ovvero Jaisalmer – Patrimonio Unesco – che appare come un miraggio nel cuore del Deserto del Thar, chiamata  anche la “città dorata” per via del colore giallo oro dell’arenaria impiegata per la costruzione degli edifici. Qui in mezzo al deserto resiste al tempo e all’abuso umano una delle città fortificate più grandi al mondo e rimaste ancora abitate con una divisione in base alle caste tutt’ora rispettata. Qui si svolge a febbraio un importante e caratteristico festival, che richiama il deserto e la fiera tradizione Rajput e per cui abbiamo riservato una partenza speciale con data unica. E’ il momento dell’anno in cui la città sfoggia tutta la ricchezza della sua cultura e le tradizioni millenarie in uno spettacolo colorato di balli, canti, esibizioni di bellezza e di stile come le competizioni di baffi o turbanti, le corse di cammelli, gli incantatori di serpenti, gli spettacoli di marionette il tutto in un tripudio di costumi tipici e delizie da assaporare…Imperdibile!

Itinerario schematico

Giorno 1 – Partenza dall’Italia
Giorno 2 – Arrivo a Delhi
Giorno 3 – Delhi – Jaipur
Giorno 4 – Jaipur
Giorno 5 – Jaipur – Udaipur
Giorno 6 – Udaipur
Giorno 7 – Udaipur – Ranakpur – Jawai
Giorno 8 – Jawai – Rohetgarh
Giorno 9 – Rohetgarh – Bhenswara
Giorno 10 – Bhenswara – Barmer – Jaisalmer
Giorno 11 – Jaisalmer
Giorno 12 – Jaisalmer – Jodhpur
Giorno 13 – Jodhpur – Delhi
Giorno 14 – Delhi – partenza

Itinerario schematico Speciale Desert Festival

Giorno 1 – Partenza dall’Italia
Giorno 2 – Arrivo a Delhi
Giorno 3 – Delhi – Jaipur
Giorno 4 – Jaipur
Giorno 5 – Jaipur – Udaipur
Giorno 6 – Udaipur
Giorno 7 – Udaipur – Ranakpur – Jawai
Giorno 8 – Jawai – Rohetgarh
Giorno 9 – Rohetgarh – Bhenswara
Giorno 10 – Bhenswara – Barmer – Jaisalmer
Giorno 11 – Jaisalmer Desert Festival
Giorno 12 – Jaisalmer
Giorno 13 – Jaisalmer – Jodhpur
Giorno 14 – Jodhpur – Delhi
Giorno 15 – Delhi – partenza

Date-Icon
DATE DI PARTENZA

  • Dall’ 11-10-2019 al 24-10-2019
  • Dal 15-11-2019 al 28-11-2019
  • Dal 6-12-2019 al 19-12-2019
  • Dal 28-01-2020 all’ 11-02-2020   PARTENZA SPECIALE JAISALMER DESERT FESTIVAL

Partenze possibili su richiesta tutti i giorni della settimana da ottobre ad aprile in base agli operativi su Delhi

gruppi-icon
INDIVIDUALI E MINI GRUPPI

  • Quota base 2 • Euro 2920
  • Quota base 3 • Euro 2670
  • Quota base 4-6 • Euro 2780

gruppi-icon
GRUPPI

  • Quota base 10  • Euro 3040  (con accompagnatore Altreculture dall’Italia)
  • Quota base 10  • Euro 3210  (con accompagnatore Altreculture dall’Italia) PARTENZA SPECIALE JAISALMER DESERT FESTIVAL
  • Suppl. singola • Euro 210

I MIGLIORI MOTIVI PER FARE LA VALIGIA

  • La riscoperta in chiave autentica della più blasonata delle mete in India: il Rajasthan.
  • Il Deserto del Thar, solcato da migliaia di piste carovaniere che per centinaia di anni hanno trasportato le merci lungo la Via della Seta.
  • Jaipur, Udaipur, Jodhpur : irrinunciabili città ” gioiello” ognuna con una caratteristica a sé..
  • Jawai, regione abitata dal carismatico popolo dei Rabari, pacifici e gentili pastori che vivono in completa armonia con la natura e la fauna.
  • Soggiornare in autentici Heritage, un tempo dimora di principi e maraja, che hanno aperto le porte al viaggiatore in cerca di nuove esperienze di soggiorno.
  • Il vintage safari sulle tracce del leopardo, che ancora si nasconde e vive libero alle pendici dei Monti Aravalli.
  • Jaisalmer, autentica perla del deserto, e il suo “desert festival” a febbraio, quintessenza della cultura tradizionale Rajput.
  • Ammirare estasiati il tempio Jainista di Ranakpur, capolavoro di intarsio marmoreo, con ben 65 anni di lavoro artigiano!

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy.