DATE DI PARTENZA

Dal 01-08-2020 al 09-08-2020

DURATA

9 Giorni e 8 Notti

PREZZO

A partire da 1195 €

KIRGHIZISTAN

TOUR I COLORI DELLA NATURA

  • I maestosi ed incantevoli paesaggi della “Svizzera Orientale”.
  • Respirare a pieni polmoni l’aria pura proveniente dal Tien Shan.
  • Le acque turchesi e cristalline del Lago di Song Kul.
  • L’incontro con le popolazioni nomadi e l’opportunità di sperimentare il loro modo di vivere, pernottando nelle yurte tradizionali al cospetto di panorami mozzafiato.
  • Le conformazioni fiabesche dello Skazka Canyon.
  • Osservare le donne di Kochkor mentre lavorano il feltro e lo shirdak, tenendo viva una tradizione kirghisa di inestimabile importanza, tanto da essere annoverata tra i Patrimoni Immateriali dell’Umanità.
  • I maggiori monumenti del Paese, quali la Torre di Burana e il Caravanserraglio di Tash-Rabat.
  • Sperimentare la calda accoglienza del popolo kirghiso, che ci farà sentire i benvenuti ovunque andremo.

 

 

ITINERARIO DI VIAGGIO

Giorno 1

Italia – Bishkek

Giorno 2

Bishkek – Ala Archa – Bishkek

Giorno 3

Bishkek – Lago Song Kul

Giorno 4

Lago Song Kul – Tash Rabat

Giorno 5

Tash Rabat – Naryn – Kochkor

Giorno 6

Kochkor – Jeti Oguz – Karakol

Giorno 7

Karakol – Cholpon Ata

Giorno 8

Cholpon Ata – Bishkek – 

Giorno 9

Bishkek – Italia

Un’oasi di rigenerante bellezza nel cuore dell’Asia Centrale, fatta di montagne vergini, boschi lussureggianti e laghi alpini dalle acque trasparenti: tutto questo è il Kirghizistan, ma non solo. Ai paesaggi incantati della “Svizzera Orientale” si accosterà la genuina e calorosa accoglienza del popolo kirghiso, che ci accoglierà ovunque andremo.

Il nostro viaggio inizierà dalla capitale Bishkek, dove la matrice sovietica è ancora evidente, prima di spostarci nel Parco Nazionale di Ala-Archa per una corroborante passeggiata immersi nella natura più pura. Respireremo a pieni polmoni sulle rive del lago Songkul, tra i più belli del Kirghizistan, dove la visione delle sue acque placide e turchesi circondate dalle alte vette sarà gioia per gli occhi e per lo spirito. Incontreremo i popoli nomadi che si spostano in estate insieme ai loro animali negli alti “jailoo”, i freschi pascoli d’altura, e sperimenteremo il loro modo di vivere pernottando nelle tipiche yurte. Spostandosi verso sud est il paesaggio cambia, dolci pendii punteggiati da mandrie, yurte e antichi caravanserragli, tra cui il famoso Tash Rabat, si aprono fino ad arrivare al lago di Issik Kul, i cui colori spettacolari sembrano scaturiti da un quadro impressionista. Nel villaggio di Kochkor osserveremo la maestria delle donne mentre realizzano gli shirdak, i tradizionali tappeti in feltro: tale lavorazione è annoverata tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO. Ci imbatteremo quindi nelle conformazioni fiabesche delle gole di Jeti Oguz e del Canyon di Skakza, costituiti da pinnacoli rossastri dalle forme più bizzarre, modellate dall’azione dei venti e degli agenti atmosferici. Sulle orme dell’esploratore russo Nikolai Przhevalsky visiteremo la città di frontiera di Karakol e il museo di petroglifi a cielo aperto di Cholpon Ata, prima di avviarci di nuovo in direzione di Bishkek. L’arrivederci a questa terra meravigliosa lo daremo dalla torre di Burana, antico insediamento carovaniero sulla mitica Via della Seta.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Acconsento all'utilizzo dei dati personali come da informativa
Privacy