Viaggi in Siberia

TOUR LA MIGRAZIONE DEI NENETS

Incontreremo i Nenets, allevatori nomadi di renne e impareremo la loro cultura e stile di vita in uno dei momenti cruciali della loro attività di allevamento, la migrazione dai pascoli estivi a quelli invernali. Passeremo alcuni giorni all’accampamento dei Nenets nella tundra, viaggeremo a bordo di elicotteri e mezzi speciali 6 WD, se le condizioni climatiche lo permetteranno attraverseremo il grande fiume Ob in barca, passeremo le notti nel chum e proveremo il cibo tradizionale. Ma soprattutto avremo il privilegio di accompagnare questo popolo straordinario nel suo percorso di migrazione della mandria e magari di ammirare i colori dell’aurora boreale in cielo oltre a quelli della tundra in autunno. Termine  massimo per la prenotazione: 30 luglio 2014,  a causa delle lunghe procedure richieste per l’ottenimento dei permessi speciali.

immagine_01I Nenets

I Nenets sono una delle ultime, autentiche popolazioni nomadi esistenti al mondo. In compagnia delle grandi mandrie di renne percorrono la tundra, sempre alla ricerca di nuovi pascoli. Stalin cercò di farne dei sedentari, in modo che fosse più facile controllarli. Ma neppure il dittatore è stato in grado di imporre completamente la sua volontà a questo popolo ostinato. La vita dei Nenets si è modificata pochissimo nel corso dei secoli. Vivono ancora nelle tende fatte di pelle di renna, molto simili ai tepee degli indiani del Nord America. Con la pelle delle renne confezionano anche i vestiti che indossano, mentre la carne, insieme con il pesce crudo, è il loro alimento base. Entrando in una delle tende la prima impressione è l’odore di grasso di renna che colpisce lo stomaco. La sua carne si mangia a colazione con pane e a volte biscotti, a pranzo e a cena nel brodo, in spezzatino o in gelatina. Molto apprezzato il midollo delle ossa tenero e dolciastro. Questo territorio ghiacciato quasi tutto l’anno e del tutto inospitale, nasconde, sotto, grandi giacimenti di gas, già individuati da Gazprom e prossimi allo sfruttamento. I Nenets e le loro renne riusciranno a sopravvivere a questo inevitabile attacco?