DATE DI PARTENZA

Dal 22-08-2020 al 05-09-2020

DURATA

15 Giorni e 14 Notti

PREZZO

A partire da 3950 €

CAUCASO RUSSO E MANGISTAU

TOUR MONTAGNE E DESERTI SCONOSCIUTI

  • L’incontro nel suo  “Dondy-Yurt” Museo con lo stravagante Adam Satueva.
  • La rinascita di Grozny dopo gli anni bui della guerra.
  • I villaggi di Ansalta e Rakhata dove le tradizioni artigianali non muoiono mai.
  • Camminare sull’orlo del baratro del Canyon di Khunzakh.
  • L’architettura tipica di Chokh e il villaggio fantasma di Gamsutl.
  • Kubachi il più famoso villaggio daghestano.
  • Gli acrobati di Tsvokra: i camminatori sulla corda più famosi del mondo.
  • Derbent: le sue bellezze architettoniche Patrimonio dell’ Umanità.
  • La celebrazione dell’ Ashura: gli sciiti ricordano il martirio del profeta Husain.
  • Baku: linfa antica e fiamme moderne nella capitale dell’ Azerbaijan.
  • Le moschee ipogee di Shakpat Ata e Beket Ata.
  • I misteri della Valle delle Sfere di Torysh.
  • Gli abbacinanti scenari di Tuzbair.
  • La Riserva naturalistica dell’ Ustyurt Plateau.

 

 

ITINERARIO DI VIAGGIO

Giorno 1

Italia –  Istanbul – Grozny

Giorno 2

Grozny

Giorno 3

Grozny – Argun – Kharachoy – Kezonoy am Lake

Giorno 4

Kezonoy am Lake – Ansalta – Rakhata – Khunzakh Canyon – Gotsatl

Giorno 5

Gotsatl – Koroda – Gole di Karadakh – Chokh – Gamsutl – Gunib

Giorno 6

Gunib – Salta – Balkhar – Kubachi

Giorno 7

Kubachi – Majalis – Derbent (la Notte dell’ Ashura)

Giorno 8 

Derbent

Giorni 9, 10

Derbent – Baku – Aktau

Giorno 11

Aktau – Shakpak Ata – Torysh – Mount Sherkala

Giorno 12

Mount Sherkala – Tuzbair

Giorno 13

Tuzbair – Beket Ata – Bozzhira Valley

Giorno 14

Bozzhira Valley – Mount Bokty – Aktau – Baku

Giorno 15

Baku – Istanbul – Italia

Un’ epica avventura ci conduce fra le valli e le montagne del Caucaso russo, là dove la storia ha lasciato tracce di turbolenti conflitti, con campagne militari che nel corso dei secoli hanno visto  Persiani, Romani, Turchi, Russi, impegnati a battagliarsi questo strategico territorio dell’ antica Via della Seta. Poi attraverseremo in volo il Caspio per scoprire l’incredibile Deserto del Mangistau. 

 Si parte dalla rinata Grozny, una nuova capitale, luccicante di grattacieli, boutique d’alta moda, moschee dai minareti imponenti. Ma bastano pochi chilometri per raggiungere le misteriose montagne del Daghestan, dove vivono i 40 popoli che formano i cosiddetti “daghestani”, ognuno con il proprio idioma, le proprie leggende e tradizioni. Da Kezenoy Am lake, ancora in Cecenia, fino a poco prima di Derbent è come entrare in una dimensione extratemporale: si attraversano valli e montagne, un susseguirsi di paesaggi mozzafiato, puntellati di piccoli villaggi tradizionali abitati da artigiani di mestieri perduti come i gioiellieri di Kubachi o i produttori di burka di Rakhata. Proveremo una sensazione d’immenso davanti allo strapiombo vertiginoso del Canyon Khunzakh o sulla terrazza naturale del villaggio fantasma di Gamsutl. E’ un rimpianto lasciare questo mondo antico, i contrafforti del Caucaso sono alle nostre spalle mentre dinanzi a noi ci troviamo un centro storico dove i racconti de “Le mille e una notte” prendono magicamente vita. Siamo nell’ antica cittadella di Derbent (sito UNESCO) e proprio in queste stradine tortuose e nella vecchia Moschea parteciperemo alle celebrazioni dell’ Ashura. Poi, storia e contemporaneità si incontreranno nella bellissima Baku, capitale dell’ Azerbaijan. 

Sorvoleremo il Caspio fino ad Aktau, città rimasta grigia e operaia quasi come ai tempi della “Casella delle Lettere 475”. Ma basta un’ora di strada per scoprire che là fuori c’è qualcosa di straordinario oltre alla ragnatela di pozzi di petrolio di Karakuduk. Scosse telluriche fecero emergere nel quaternario questo territorio montagnoso che il vento e la pioggia hanno trasformato in un pianeta alieno e fatato. Per secoli popolato da tribù di nomadi, venne eletto come dimora da profeti sufi che qui costruirono le loro moschee sotterranee, come quelle di Beket Ata e Shopan Ata. Sherkala, Akmystau, Tuzbair, Bozzhira, nomi nuovi che diventeranno indelebili fra coloro che hanno il deserto nel cuore.

Una spedizione per viaggiatori, in luoghi assolutamente estranei al turismo. Un viaggio dal sapore pionieristico in 4×4, alternando pernottamenti in hotel, guest house e tenda. 

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Acconsento all'utilizzo dei dati personali come da informativa
Privacy