ALGERIA

TOUR UN SOGNO DI SABBIA E ROCCE

parti con l’autrice della guida Polaris

Probabilmente una delle zone più affascinanti dell’immenso Sahara è quella dell’Akakus-Tadrart, divisa dalla frontiera politica tra Libia e Algeria: Akakus è in territorio libico e Tadrart in quello algerino. E proprio sull’angolo sud-orientale dell’Algeria, una regione di straordinaria bellezza, punteremo le nostre attenzioni.
L’oasi di Djanet, dove il nostro itinerario nasce e muore, è anche il punto di partenza per la visita dei luoghi più belli che il deserto algerino possa offrire: l’altopiano del Tassili, museo a cielo aperto di arte rupestre, il Tadrart, un sogno di sabbia e rocce di incredibile fascino, Ali Demman e le guglie di arenaria, l’Erg ad Mer, la guelta di Essendilene, un canyon di oleandri in pieno deserto, … solo per citarne alcune.
Iniziamo a seguire la bussola in direzione sud, dove è sicuramente il paesaggio l’attore principale: rocce, archi, grotte e dune, con i colori della sabbia che sfumano dal giallo al rosso ocra. All’interno numerose sono le zone indimenticabili. Tra tutte ricordiamo Mul en Nagha, un anfiteatro di rocce riempito di dune di sabbia di tre colori, che al tramonto si impreziosiscono di magiche ombre, e Tin Merzougha, con le dune rosso ocra, quasi al confine libico: salendo sulla duna più alta il paesaggio al tramonto è mozzafiato. Poche zone del Sahara possono regalare le stesse emozioni! Vi sono poi wadi importanti che si intersecano nel cuore del Tadrart. I loro letti costituiscono piste percorribili in auto e hanno scavato valli sulle cui rocce ritroviamo centinaia di pitture e graffiti rupestri.

Oriana Dal Bosco, che organizza e accompagna questo viaggio, confida la sua passione per il deserto: “mi piace l’idea di ritrovare un oggetto che ho lasciato anni prima nello stesso punto, mi piace svegliarmi la mattina con quell’aria frizzante che solo nel deserto assapori appena sveglia, mi piace addormentarmi sotto un tetto di stelle che ti sembra di toccare con un dito, svegliarmi di notte e calcolare l’ora guardando la posizione di Orione, sempre presente, mi piace il caldo secco, un po’ meno le temperature gelide delle notti d’inverno, ma soprattutto mi sento a casa!”

Oriana Dal Bosco

Oriana parte per la prima volta per l’Algeria all’età di 19 anni e rimane affascinata dal deserto, tanto da tornarci spesso negli anni successivi e addirittura stabilirvisi per diversi anni. Ritornata a Torino, non dimentica affatto il paese sahariano, a cui dedica ripetuti viaggi di gruppo, organizzati da lei stessa ormai da 25 anni sfruttando la profonda esperienza maturata sul campo. Oriana è un’esperta viaggiatrice è ha davvero visitato paesi in ogni angolo del mondo, anche se la passione e la curiosità per tutto ciò che riguarda l’archeologia e la cultura del Sahara l’hanno portata ad acquisire un’importante esperienza in Algeria e Libia.
Oriana è autrice delle guide Polaris Algeria del sud e Libia

 

Date-Icon
DATE DI PARTENZA

  • Dal 23-03-2019 al 30-03-2019

gruppi-icon
GRUPPI

  • Quota base 6 • Euro 1890
    (in compagnia dell’autrice Polaris)
  • Quota base 8 • Euro 1750
    (in compagnia dell’autrice Polaris)

gruppi-icon
GRUPPI

  • Quota base 10 • Euro 1660
    (in compagnia dell’autrice Polaris)
  • Suppl. singola • Euro 100

I MIGLIORI MOTIVI PER FARE LA VALIGIA

  • La compagnia dell’autrice Polaris, che ha vissuto a Djanet ed è grande esperta del Sahara.
  • I labirinti di pinnacoli, faraglioni e archi naturali.
  • Un altopiano fatto di scarpate, archi rocciosi, grotte preistoriche e dune.
  • Le numerose pitture rupestri che rappresentano scene di vita quotidiana.
  • Dormire sotto le stelle.
  • Un mare di dune che vanno dal bianco al rosa.
  • Un incredibile canyon che nasconde una foresta di oleandri in fiore.
  • Percepire la sensazione di trovarsi nel nulla più assoluto.

ITINERARIO SCHEMATICO
Giorno 1 – ARRIVO IN ALGERIA
Giorno 2 – UN LABIRINTO DI ROCCIA
Giorno 3 – NEL CUORE DEL TADRART
Giorno 4 – TIN MERZOUGHA, LA DUNA CHE CANTA
Giorno 6 – I WADI E L’ARTE RUPESTRE
Giorno 7 – ERG AD MER, IL VERO DESERTO
Giorno 8 – RIENTRO IN ITALIA

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy.